Studi professionali, sveglia

di Sarah Canonici

 

Studi professionali è ora di comunicare!

Ogni operatore economico, sia esso un’impresa o uno studio di consulenza o un libero professionista, ha la necessità di farsi conoscere, di comunicare i suoi prodotti e servizi. Anche in questo caso la comunicazione è il mezzo indispensabile per fare business.

Fino ad oggi gli studi professionali hanno potuto contare sul passaparola e solo pochi pionieri si sono avventurati nel mondo della comunicazione digitale.

Vorrei concentrarmi come esempio sul mondo dei commercialisti. In una situazione di mercato come oggi dove le  liberalizzazioni hanno creato anche nel commercialista l’esigenza di confrontarsi con un mercato completamente differente rispetto a ieri, che impone di imparare a promuoversi utilizzando tutti gli strumenti del marketing, anche quelli digitali.

Oggi Internet é il moderno canale dell’informazione attraverso il quale raggiungere un pubblico enorme. Farsi trovare su Internet dipende sempre più spesso dal tipo di informazione fornita. Un’informazione ricca e puntuale fa sì che il visitatore memorizzi il vostro sito e lo comunichi ad altri inserendolo tra i link preferiti. 

Il sito web ha l’obiettivo di chiarire il posizionamento dello studio e aumentarne la reputazione e facilitare anche i rapporti stessi con il cliente.

 

Ad esempio, l’Ordine dei Dottori Commercialisti di Milano un paio di anni fa, ha promosso un’indagine tra i suoi iscritti, per verificare l'utilizzo del marketing all’interno degli studi e l'applicazione degli strumenti operativi più conosciuti. 

L’indagine ha sottolineato il crescente interesse nei confronti di questo mezzo di comunicazione, ed ha anche evidenziato l’esigenza dei professionisti di comunicare di più e meglio con i clienti, acquisiti e potenziali.

I risultati dunque confermano che gli intervistati considerano il marketing molto o abbastanza importante (63%) e contribuiscono a sfatare uno dei luoghi comuni: non solo gli studi di grandi dimensioni ne riconoscono la rilevanza (66,7%), ma soprattutto quelli piccoli guardano al marketing con grande interesse (76,9%). 

Alle dichiarazioni però ancora tardano a seguire i fatti, la cultura del marketing è ancora ad uno stato embrionale. 

Come cambiare mentalità

E’ necessario che gli studi professionali inizino a fare comunicazione a priori, non aspettare che sia il cliente a chiedere informazioni. 

La scelta efficace e consapevole, l'implementazione e la padronanza delle tecnologie, così come la formazione puntuale allo staff nell'uso degli strumenti informatici, sono tutti elementi chiave per il successo di uno Studio.

Anche negli studi commercialisti, quindi, dovrebbe esistere la figura che si occupa di comunicazione e pubbliche relazioni (responsabile media relations), che tenga sempre vivo il sito aggiornandolo facendo particolare attenzione, poiché gli argomenti sono molto tecnici e delicati, e una comunicazione errata può trasformarsi in un boomerang!

In un momento come quello attuale, soprattutto in questo campo, in continua evoluzione, il cliente ha sempre più bisogno di conoscere ed essere “tranquillizzato” in tempo reale.

Per concludere,  la capacità di sviluppare una strategia di comunicazione efficace è divenuta elemento caratterizzante dell’attività professionale, in quanto consente di far emergere la propria visione, il proprio stile, le specializzazioni acquisite ed il metodo di lavoro. Sostenere la reputazione dello Studio attraverso la scelta dei canali e dei toni più adeguati aiuta lo Studio ad interessare una clientela omogenea e ad attrarre i migliori collaboratori.

Studi professionali benvenuti nell’era digitale!

 

 

Box

La comunicazione esterna aiuta a generare la credibilità

La comunicazione interna oltre a creare efficienza, fluidifica i rapporti e crea fidelizzazione

La comunicazione sostiene la crescita, condizione necessaria per dare risposta alle aspettative di business




Share on Myspace

© 2012  Dm&C Magazine - Il sito di riferimento di chi si occupa di marketing e comunicazione   | Edizioni Cleis - Via Spallanzani, 10 - 20129 MILANO - direttore responsabile: Ugo Canonici | P.IVA 10517210158 - IntranetPrivacy policy - Informativa sui cookies